IL VINO: QUALCOSA DI PERSONALE.

bio

BIO

I vini che appartengono alla nostra categoria dei naturali, sono prodotti secondo il metodo biodinamico, oppure provenienti da agricoltura biologica certificata che prevede la coltivazione di uve senza l’utilizzo di pesticidi, fitofarmaci o concimi chimici.

nuovo

Novità

Prodotti inseriti in negozio di recente. Le novità riguardano sia i vini nazionali che esteri. Di norma, sono i prodotti che le cantine mettono a disposizione per essere conosciuti. Anche i vini novelli possono rientrare in questa categoria. Tutti da provare, da gustare e da segnalare e, perché no, da commentare.

corposo

Corpo

Il corpo rappresenta la struttura del vino. Quando ad esempio si dice che un vino è “corposo”, significa che ha mantenuto nel tempo molte sostanze dell’uva che l’ha composto e che contribuiscono a formare la sua struttura personale. Non è sempre detto che un vino più corposo piaccia di più, ma è senz’altro più interessante da abbinare con i cibi.

premiato

Prodotti premiati – menzioni speciali

Vini premiati che meritano di essere segnalati per le loro caratteristiche. In Italia e nel mondo ci sono molte premiazioni, ma alcune sono molto conosciute, rinomate ed autorevoli e per questo meritano di essere considerate se cercate qualcosa che è stato apprezzato da differenti esperti.

frizzante

Frizzanti

I vini frizzanti contengono delle percentuali minime di anidride carbonica naturale, prodotta direttamente dalla fermentazione del mosto. Talvolta l’anidride carbonica viene aggiunta in autoclave, per migliorare la qualità del vino stesso. Da ricordare che c’è differenza tra vino frizzante e spumante!

fermo

Fermi

I vini fermi non contengono anidride carbonica in misura tale da poter essere percepita al palato. Per rendere meglio l’idea del vino fermo, basta pensare all’acqua naturale.

botte

Passaggio in botte – barricati

I vini che vengono passati in botte contengono tannini e, grazie alla micro-ossidazione prodotta al contatto con il legno, migliorano la loro struttura ed acquisiscono un gusto particolare che li rende unici. Più tempo il vino passa in botte, più è strutturato.

suggerito

I nostri preferiti – consigliati

I vini che consigliamo sono quelli che ci piacciono di più per una moltitudine di ragioni: qualità/prezzo, struttura, sentori, gusto, oppure il loro facile abbinamento con i principali cibi. Essendo scelti da noi, ricordatevi che i gusti sono sempre personali.

aromatico

Aromatici

I vini aromatici sono quelli che definiamo “profumati”. I profumi si dividono in tre principali categorie. Profumi primari: sono quelli propri dell’uva (terpeni, elementi che si trovano più vicini alla buccia); profumi secondari: derivano dalla fermentazione e dalle metodologie di vinificazione; profumi terziari: scaturiscono dal processo di invecchiamento o di affinamento del vino.

legnoso

Legnosi

Questi vini possono avere aromi e sapori che vi ricordano il legno. In genere, i vini legnosi sono stati conservati per molto tempo in botti di legno, oppure sono stati lasciati a macerare a lungo con i raspi. Sono molto particolari.

floreale

Floreali

I sentori floreali si percepiscono soprattutto nei vini giovani. Sono i profumi che richiamano un insieme di note di fiori. Generalmente i vini floreali hanno sentori di fiori di acacia, biancospino, fiori d’arancio, rosa, viola, mammola, tiglio, gelsomino ed altri ancora.

minerale

Minerali

La tipologia di suolo sul quale i vigneti crescono influenza il gusto ed il sapore di quello che nè sarà il vino. Un vino viene detto “minerale” quando prende il sapore o l’aroma dai minerali che compongono il suolo. La qualità dell’essere minerale talvolta è ricercata, specie per i vini bianchi.

speziato

Speziati

I vini speziati sono complessi e richiamano sentori di anice, cannella, chiodi di garofano, liquirizia, pepe, noce moscata, vaniglia, zafferano. Persino lo zenzero. Grazie alla loro complessità, i vini da meditazione possono anche essere consumati in molti modi differenti.

tostato

Tostati

Quando i vini provengono da barriques di rovere in cui le doghe vengono riscaldate in modo da poter essere messe in opera, si possono definire tostati. Quanto più le doghe vengono riscaldate, tanto il legno cederà un sapore ed un aroma tostato al vino contenuto al suo interno. Questi vini richiamano solitamente sentori di cacao, caffè, orzo tostato, cioccolato e caramello.

fruttato

Fruttati

Mentre il succo d’uva fermenta e diventa vino, una complessa interazione ha luogo tra l’alcol del vino e gli acidi organici, creando così miscele che imitano aromi e sapori di altri frutti. Solitamente i vini fruttati hanno sentori di lampone, fragola, mora, uva spina, cassis, mirtillo, prugna secca, pera, pesca, ananas, mela, albicocca, ribes, fico, ciliegia, susina.